Trote del Trentino

By : | 0 Comments | On : maggio 24, 2015 | Category : Prodotti tipici

trota

Le trote (Salmo trutta), presenti in quasi tutta l’Italia, hanno trovato l’habitat ideale nelle fresche  acque del Trentino dove il loro allevamento ha una tradizione risalente al  1879  grazie all’impegno  di don Francesco Canevari, Filippo conte Bossi Fedrigotti e Agostino Zecchini..

Questo salmonide vive esclusivamente in acque pulite poichè è un pesce estremamente sensibile e non sopravvive nelle acque inquinate. Le varietà di trota che vengono principalmente allevate sono la trota iridea, originaria del nord America, e la trota salmonata che è  una normalissima trota alimentata con gamberetti o crostacei .

CARATTERISTICHE:

Il corpo della trota si presenta affusolato, il dorso di color verde oliva o nerastro, i fianchi blu-argento e su tutto il corpo sono visibili della macchie  più o meno grosse di colore rosso, nere o marroni. Le dimensioni della trota sono mediamente non troppo grandi: può arrivare a 50 centimetri di lunghezza e a 1,5 kg di peso e la sua carne ha una caratteristica colorazione bianca.  Generalmente vengono commercializzate trote con un peso specifico che va da 200 a 300 grammi.
Preferisce acque prevalentemente fredde o comunque di temperatura non superiore ai 18° (tranne la varietà iridea) e vive soprattutto in fiumi con fondo sassoso o roccioso e con correnti di acqua molto rapide. Nonostante sia un pesce d’acqua dolce, esiste anche una varietà di trota da mare.

PROPRIETA’ NUTRIZIONALI:

Di facile digestione, la trota  ha carni non molto grasse (non superiore a 6%) che sono quindi indicate nelle diete. Contiene inoltre una buona dose di fosforo e potassio. La carne si presenta compatta, tenera , magra con un odore fragrante di acqua dolce.

LAVORAZIONE:

Ogni fase del processo produttivo è regolamentata dal disciplinare di produzione per l’utilizzo del marchio Qualità Trentino. Ciascun allevatore, che deve necessariamente operare nel territorio della provincia di Trento o del comune di Bagolino (Brescia), deve seguire le indicazioni ivi presenti sia per la produzione delle uova, fecondazione ed incubazione, che per le strutture e le tecniche di allevamento (vasche, acqua, ricambi, temperatura, materie prime, ecc.), la lavorazione, il confezionamento e la stessa etichettatura. (http://www.agraria.org/prodottitipici/trote-del-trentino.htm)

Sito di riferimento

Share This Post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi